Carrello

Articoli in Carrello: 0

I Tuoi Preferiti

Articoli nella lista: 0

Compara Articoli

Hai 0 articoli in comparazione

Carrello

Articoli in Carrello: 0

Carrello

I Tuoi Preferiti

Articoli nella lista: 0

Preferiti
 
Near

Compara Articoli

Hai 0 articoli in comparazione

Compara

AirTag Apple: a cosa servono e perché dovresti averne uno

AirTag Apple: a cosa servono e perché dovresti averne uno
 

Durante l’Apple Spring Loaded tenutosi questa primavera, Apple aveva proposto gli AirTag, uno strumento che continua a suscitare curiosità e ad essere uno dei prodotti più richiesti dell’anno. Poco più grandi di una moneta da due euro, sono stati apprezzati dai più sbadati anche se non sono mancate le critiche e le preoccupazioni per chi teme per la propria privacy.

Ma cosa sono nello specifico e per cosa possono essere utilizzati? Vediamolo insieme in questo articolo.

AirTag Apple: tutto quello che devi sapere

Gli AirTag lanciati da Apple questa primavera continuano ad essere uno dei prodotti più richiesti; grandi come un bottone, dal design elegante in acciaio inossidabile e dall’aspetto curato, come tutto ciò che viene dalla casa della mela morsicata.

In sostanza questi dispositivi non sono altro che dei piccoli tracker Bluetooth che, sfruttando la tecnologia senza fili e le potenzialità della rete ”Dov’è” di Apple, consentono di essere sempre localizzati. L’aspetto è semplice ed elegante, pesano solo 11 grammi e hanno un diametro da 32 millimetri che fa sì che possano essere applicati, anche mediante dei colorati cinturini, lacci e portachiavi, a tutto ciò che vogliamo essere sicuri sia sempre sotto il nostro controllo.

Come si configurano gli AirTag Apple?

La configurazione non è per niente complessa. Una volta tirato fuori l’AirTag dalla confezione, basterà tirare via la linguetta protettiva di plastica: questo farà si che la batteria venga messa in funzione. A questo punto l’unica cosa da fare è avvicinare AirTag al tuo iPhone o iPad, che riconoscerà immediatamente il nuovo dispositivo. e ti permetterà di registrarlo sul tuo account Apple e dargli un nome in modo da ritrovarlo più facilmente.

La batteria degli Apple AirTag e come sostituirla

In realtà gli AirTag non sono dotati di batteria integrata, quindi non si ricaricano ma, una volta esaurita, dovrai sostituire la piccola batteria al litio. Farlo è veramente semplice.

Devi premere sulla copertura in acciaio e ruotare fino a che non sarà sbloccata. A questo punto potrai rimuovere la copertura e la batteria e inserire la nuova CR2032 da 3V. Una volta inserita la nuova, riposiziona la copertura, verificando che le tre linguette sulla copertura siano allineate ai tre slot e ruota in senso orario.

Privacy e funzione anti-stalking

Una delle preoccupazioni maggiori che ha destato questo prodotto era che potesse essere utilizzato in maniera illecita o violare la privacy degli utenti. In realtà Apple non si è fatta trovare impreparata alle critiche e tutto è stato creato in modo da tutelare la privacy dei propri utenti.
In che modo?

Apple spiega che nell’accessorio non è presente alcun dato sulle posizioni in cui si è via via trovato, la comunicazione con la rete di Dov’è avviene in maniera criptata. Dunque solo chi possiede quello specifico Airtag è in grado di avere accesso ai dati, e solo se il legittimo possessore ha messo in modalità smarrito l’Airtag diventa possibile leggerlo con un dispositivo NFC. In buona sostanza, nemmeno Apple conosce la posizione delle singole unità che aiuta a ritrovare.

La funzione anti-stalking

Un’altra preoccupazione era data, appunto, dalla questione stalking. Cosa succede se una persona inserisce il dispositivo per controllare e verificare la posizione di una persona che ne è all’oscuro? Qui entra in gioco un’altra funzione, quella che Apple ha chiamato anti-stalking.

Nel momento in cui abbiamo un AirTag che non ci appartiene e che non è stato registrato su nessuno dei nostri dispositivi, verrà inviata una notifica al nostro iPhone che informerà che “un AirTag trovato si sta muovendo con te”. Questo accade sia se non è abbinato al nostro iPhone che se non lo è nemmeno con un dispositivo che si trova nelle vicinanze, come la stessa stanza o lo stesso vagone del treno. Nel momento in cui compare questo pop-up, cliccando sulla notifica si può far suonare in modo da poterlo individuare subito.

Per cosa possono essere utilizzati gli AirTag Apple?

Ora che abbiamo capito cosa sono e come si usano, possiamo passare alla loro funzione. Per chi non ricorda mai dove ha messo le cose e rischia di perdere costantemente chiavi e documenti, possono essere sicuramente una salvezza: ma per quali altri oggetti possono essere utilizzati?

Vediamo insieme una piccola lista con gli usi più comuni.

  • Chiavi
  • Portafogli
  • Auto
  • Scooter o monopattino
  • Fotocamera
  • Valigia o zaino

Quali altri oggetti ti vengono in mente?

 

Clicca QUI per scoprirli sul nostro sito.

Powered by Passepartout
Designed by CST informatica